L’ansia da prestazione, la terapia con l’ipnosi

La terapia per l’ansia da prestazione

terapia-ansia-da-prestazione-verona-1Quella che viene definita come ansia da prestazione, in ambito sessuale, colpisce uomini e donne che spesso guardano con molta importanza alla propria prestazione, con il desiderio di essere sempre all’altezza e allo stesso tempo la paura di non soddisfare il/la partner. Sono proprio questi pensieri ad impedire una serena esperienza sessuale, portando come possibili conseguenze un calo del desiderio, difficoltà nell’ottenere o mantenere l’erezione (nel caso maschile) e raggiungere l’orgasmo (nel caso femminile).

Le persone che soffrono uno stato di ansia da prestazione, a causa del significato che attribuiscono al rapporto sessuale, iniziano a vivere la sessualità con timore e mancanza di naturalezza sempre maggiori; a lungo andare questa tensione può compromettere non solo il rapporto di coppia, ma il modo in cui ognuno percepisce l’altro sesso. In certi casi l’ansia da prestazione sessuale può sfociare in veri e propri disturbi psicologici: difficoltà nell’eccitamento, disfunzioni erettili, eiaculazione precoce, anorgasmia, dispareunia.

La ragione scatenante è quindi l’ansia, stato apprensivo che comporta timore per un evento futuro. La paura che tale evento appunto si presenti diventa così forte da presentarsi nel momento stesso in lo si pensa.

La terapia ipnotica per l’ansia da prestazione

La terapia per il gioco d’azzardo patologico

La terapia per il gioco d’azzardo patologico

Il gioco d’azzardo patologico (ludopatia) è un disturbo classificato come “dipendenza comportamentale” (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali).

gioco_azzardo_patologico_1a

Quali sono i sintomi tipici di un giocatore d’azzardo patologico?

Il giocatore è diagnosticato affetto dal gioco d’azzardo patologico (ludopatia) (DSM-IV, 1994) se presenta almeno cinque dei sintomi che seguono:

Ludopatia, Narcisismo e Borderline: cosa li accomuna?

Narcisismo, ludopatia, Borderline: cosa accomuna questi disturbi?

 

Fino alla prima metà del primo 900 i problemi apparivano legati soprattutto alla sfera nevrotica, derivavano da conflitti interiori nati da imposizioni e rigidità sociali che opprimevano l’agire delle persone. Al giorno d’oggi invece si stanno diffondendo disturbi piuttosto legati alla mancanza di limite. Questa mancanza è caratteristica condivisa da problematiche sempre più attuali quali il narcisismo patologico, la ludopatia e il disturbo borderline.

 

Un esercizio contro l’ansia

Un esercizio di rilassamento contro l’ansia

L’ansia, stato ormai conosciuto caratterizzato da agitazione e apprensione, si può presentare sotto varie forme come ad esempio pensieri ossessivi, agitazione, tensione muscolare, cefalea.

Quando proviamo ansia non viviamo il presente, non ci godiamo il presente, non ci andiamo bene, siamo insofferenti … è necessario quindi abituare il cervello a vivere il presente, il qui ed ora, e il seguente esercizio è stato creato appositamente.

 

Shutter Island: tra psicosi e relazione terapeutica

Shutter Island: tra psicosi e relazione terapeutica

 

psicologo-verona-00Quando c’è qualcosa che non si capisce o che fa troppo dolore la persona può inventarsi una storia, perché una narrazione fa molto più piacere della confusione e della paura

Quando si guarda Shutter Island per la prima volta, il noto film interpretato da Leonardo DiCaprio, diventiamo un pò tutti psicotici come Andrew, il protagonista: soffriamo come lui, abbiamo paura come lui, vediamo il mondo esattamente come lo vede lui. Crediamo infatti a tutto ciò che crede lui (gli esperimenti sugli essere umani, la creazione di spie, il lavaggio del cervello, …).

Quando però, insieme a lui, saliamo sul fare, e gli si dice che tutto ciò che credeva era un delirio, tiriamo tutti un sospiro di sollievo pensando magari “ah! ecco dai, non era vero!” … il protagonista però, Andrew, non la pensa allo stesso modo … anzi: continua a credere al proprio delirio e sviene. Non riesce a credere di essere in un manicomio, di aver visto i proprio figli morti annegati e di aver ucciso la propria moglie … perché ciò è inaccettabile, è stato meglio quindi per lui costruirsi una realtà delirante. Meglio il delirio psicotico che prendere coscienza di quanto avvenuto.

Come pensa la persona che soffre di depressione?

Cosa s’intende per depressione?

depressione-verona-101Ognuno di noi, almeno una volta nella vita, ha provato l’esperienza di qualche episodio depressivo: tristezza, stanchezza, poca voglia di fare, sono le emozioni che ci accompagnano in quei momenti.

Quando abbiamo dei sintomi depressivi ne risente sia la mente che il corpo (stanchezza, problemi del sonno, perdita o aumento dell’appetito). Qualche episodio depressivo fa parte della normalità, ma quando la situazione persiste troppo a lungo e diventa invalidante, allora il ricorso ad uno psicoterapeuta esperto può portare un notevole aiuto.

Quanti tipi di depressione esistono? Come pensa la persona depressa?

Eiaculazione precoce

Cosa intendiamo per eiaculazione precoce?

eiculazione_precoce_veronaIn questo articolo:

-Cos’è l’eiaculazione preoce

-La tecnica ipotica, con video dimostrativo di una induzione ipnotica

Il termine eiaculazione precoce indica la difficoltà o l’incapacità da parte dell’uomo di avere il controllo volontario sull’eiaculazione; è un problema che colpisce il 25/45% degli uomini.

Gli effetti sono molteplici sia nella sfera psicologica che nella vita di coppia. Un uomo afflitto da questo problema può diventare ansioso e insoddisfatto, non sentirsi all’altezza della situazione. Può addirittura sentirsi in colpa per non riuscire a soddisfare la partner. All’interno della coppia possono quindi avere origine dei malumori o disinteresse nei confronti dell’attività sessuale, fino a vedere la cosa più come una routine che come un piacere.

Come uscire dagli stati d’ansia?

L’ansia e la terapia ipnotica

In questo articolo: La differenza tra ansia fisiologica ed ansia patologica

                               La terapia con l’ipnosi contro l’ansia: rivivere il passato in modo diverso per stare meglio ora

ansia-verona-222

L’ansia è uno stato normale di attivazione neuropsicologica in situazioni che causano stress (esami, colloqui di lavoro, avvenimenti importanti…); questo stato rende il nostro corpo e la nostra mente pronti a dare il meglio. È stato dimostrato infatti che un po’ d’ansia prima di un esame porti ad un risultato migliore.

 Quando sentiamo crescere l’ansia, il battito del cuore accelera e i muscoli  si tendono maggiormente proprio per spingerci ad affrontare l’evento per cui ci siamo agitati.

Ma quando l’ansia diventa spropositata rispetto alla situazione che viviamo, o persiste anche dopo l’evento e ci ostacola nella nostra quotidianità, si parla allora di disturbo d’ansia.

 Quali sono i principali tipi di disturbi d’ansia?

Insonnia e ipnosi

L’ipnosi come terapia per l’insonnia

Già diversi studi hanno dimostrato come l’ipnosi abbia un importante ruolo nel trattamento dell’insonnia; uno dei più recenti, la ricerca condotta nel 2014 dall’Università di Zurigo e pubblicata su Sleep ha dimostrato addirittura il perchè.