Ipnosi: gli incontri con lo psicologo dott. Matteo De Tomi

Ipnosi: scopriamola negli Incontri del dott. De Tomi

Ipnosi e gli Incontri del dott. De Tomi. Lo psicoterapeuta Matteo De Tomi, specialista in ipnosi , presso lo studio di Verona a Borgo Roma terrà un ciclo di incontri comprendente varie tematiche, tra cui il tema dell’ipnosi.

ipnosi verona

Gli Incontri sull’ipnosi a Verona

Cos’è l’ipnosi?

 

L’American Psychological Association definisce l’ipnosi come una procedura durante la quale uno psicoterapeuta o un medico suggerisce al paziente di sperimentare dei cambiamenti nelle sensazioni, emozioni, pensieri e comportamenti.

I suddetti cambiamenti vengono utilizzati nel trattamento psicoterapico per difficoltà psichiche (ansia, depressione, …) oltre che nel trattamento del dolore e di molti altri problemi psicologici.Oltre a queste problematiche, l’ipnosi viene anche utilizzata per migliorare le prestazioni a livello sportivo.

Perché l’ipnosi?

 

A differenza di quanto avviene con la maggior parte degli altri approcci alla psicoterapia, attraverso l’ipnosi è possibile lavorare direttamento su ogni tipo di memoria del paziente, in particolare sulla memoria procedurale, quella relativa ai nostri comportamenti abitudinari, definiti come carattere.

 

j

Autostima e Benessere Relazionale, incontro Esperienziale a Verona

Autostima e Benessere Relazionale

Volevo ricordarvi che a partire da martedì 7 febbraio a Verona nella sede di Modelli di Cambiamento  terrò un Incontro Esperienziale sull’Autostima e il Benessere Relazionale.

autostima e benessere relazionale

incontro esperienziale

L’obiettivo è quello di farne circa uno al mese affrontando tematiche legate alla consapevolezza del sè. L’evento è gratuito e prevede la partecipazione di una decina di persone circa. La prenotazione è obbligatoria, ma non vincolante, con inizio alle 20:45.

Prossima data Lunedì 3 Aprile 2017

Sono consigliati una coperta e un cuscino, chi preferisce li può portare entrambe.Per info e prenotazioni: 3401299026.
Dottor Matteo De Tomi

Corso di Formazione

Master in Ipnosi e Psicoterapia Ericksoniana Sabato 1 Aprile 2017 dalle ore 9.30 alle ore 17.30

ipnosi-ericksoniana

 

Il Corso Intensivo di Formazione in Ipnosi Ericksoniana (Master in Ipnosi Ericksoniana) è riservato agli psicoterapeuti ed è articolato in 12 incontri per un totale di 200 ore. Il corso prevede presentazioni teoriche, dimostrazioni ed esercitazioni pratiche finalizzate l’acquisizione di tecniche specifiche, discussioni cliniche e supervisione.
L’ipnosi ericksoniana in psicoterapia
La concezione ericksoniana dello stato di trance ha introdotto una profonda innovazione, come è innovativo il modo con cui Erickson ha modificato il processo terapeutico e le tecniche tradizionalmente utilizzate dagli ipnotisti prima di lui. Questa rivoluzione della prospettiva ipnotica ha indotto Daniel Araoz a definire il modello ericksoniano la “Nuova Ipnosi”. La filosofia generale, i principi, le applicazioni, le tecniche e il processo terapeutico, attraverso esposizioni teoriche e dimostrazioni pratiche nella veste più adatta agli psicoterapeuti, ipnotisti e non, per acquisire la conoscenza necessaria per utilizzare direttamente o indirettamente la Nuova Ipnosi nella pratica clinica

OBIETTIVI DEL MASTER
1.Conoscenza dei principali correlati neuro-fisiologici dell’ipnosi.
2.Apprendimento teorico ed applicativo delle principali tecniche induttive.
3.Riconoscimento dello stato di trance e dei suoi segni obiettivi.
4.Addestramento alla osservazione del soggetto ipnotico e alla individuazione delle minimal cues.
5.Addestramento ad ottenere la trance profonda ed i suoi fenomeni (amnesia, anestesia, analgesia, catalessia, distorsione temporale, regressione d’età, dissociazione, suggestioni postipnotiche, ecc.).
6.Apprendimento delle metodiche di utilizzazione terapeutica della trance
profonda e dei suoi fenomeni..
7.Apprendimento teorico pratico della filosofia e dei principi generali della ipnoterapia ericksoniana.
8.Apprendimento delle principali tecniche ipnotiche ericksoniane.
9.Apprendimento delle principali applicazioni dell’ipnosi terapeutica.
10.Conoscenza del “rapport” ipnotico, della sua utilizzazione e del suo specifico significato nella relazione terapeutica.

Tutti gli incontri sono teorico-applicativi e comportano l’utilizzazione di didattica frontale, dimostrazioni, esercitazioni pratiche e discussioni cliniche o supervisioni.

Agli iscritti che avranno partecipato ad almeno l’80% del programma, dopo la verifica relativa all’apprendimento acquisito, verrà rilasciato il DIPLOMA DEL MASTER IN IPNOSI ERICKSONIANA.

Autostima e Benessere Relazionale, incontro Esperienziale a Verona

Autostima e Benessere Relazionale

Volevo ricordarvi che a partire da lunedì 13 Febbraio a Verona presso lo Studio Medico Medigea di Via Bozzini 3, terrò un Incontro Esperienziale sull’Autostima e il Benessere Relazionale.

autostima benessere relazionale verona

incontro esperienziale

L’obiettivo è quello di farne circa uno al mese affrontando tematiche legate alla consapevolezza del sè. L’evento è gratuito e prevede la partecipazione di una decina di persone circa. La prenotazione è obbligatoria, ma non vincolante, con inizio alle 20:45.

Prossima data lunedì 6 Marzo

Sono consigliati una coperta e un cuscino, chi preferisce li può portare entrambe.

Per info e prenotazioni: 3401299026.
Dottor Matteo De Tomi

Fobia Sociale,lo psicoterapeuta ci spiega che cos’è e come si manifesta

Fobia sociale: come si manifesta?

fobia sociale

fobia sociale come curarla

 In questo articolo: Cos’è la fobia sociale? Quali sono le cause? Come si interviene con l’ipnosi?

Chi soffre di fobia sociale prova una paura marcata e consistente in una o più situazioni in cui ha a che fare con le altre persone. Se le persone con cui questo paziente relaziona non sono familiari generalmente la paura aumenta.

Per la maggior parte delle persone affette da questa problematica la paura è collegata al timore di essere giudicati o derisi dagli altri o di fare brutte figure.

Di conseguenza chi soffre di fobia sociale evita in modo sistematico tutte le situazioni in cui deve stare a contatto con gli altri (cene, uscite serali, aperitivi, ecc,,,) o in cui potrebbe essere esposto a critiche e giudizi (parlare in pubblico, argomentare esprimendo la propria opinione, ecc….). Questi aspetti limitano molto la vita di chi soffre di fobia sociale.

E’ importante sottolineare che queste limitazioni procurano disagio e sofferenza nei pazienti con fobia sociale perché vorrebero stare assieme agli altri ma non ci riescono.

L’ansia da prestazione, la terapia con l’ipnosi

Ansia da prestazione,con la psicoterapia ipnotica si può curare

ansia da prestazione

ansia da prestazione psicologo verona

Quella che viene definita come ansia da prestazione, in ambito sessuale, colpisce uomini e donne che spesso guardano con molta importanza alla propria prestazione, con il desiderio di essere sempre all’altezza e allo stesso tempo la paura di non soddisfare il/la partner. Sono proprio questi pensieri ad impedire una serena esperienza sessuale, portando come possibili conseguenze un calo del desiderio, difficoltà nell’ottenere o mantenere l’erezione (nel caso maschile) e raggiungere l’orgasmo (nel caso femminile).

Le persone che soffrono uno stato di ansia da prestazione, a causa del significato che attribuiscono al rapporto sessuale, iniziano a vivere la sessualità con timore e mancanza di naturalezza sempre maggiori; a lungo andare questa tensione può compromettere non solo il rapporto di coppia, ma il modo in cui ognuno percepisce l’altro sesso. In certi casi l’ansia da prestazione sessuale può sfociare in veri e propri disturbi psicologici: difficoltà nell’eccitamento, disfunzioni erettili, eiaculazione precoce, anorgasmia, dispareunia.

La ragione scatenante è quindi l’ansia, stato apprensivo che comporta timore per un evento futuro. La paura che tale evento appunto si presenti diventa così forte da presentarsi nel momento stesso in lo si pensa.

La terapia ipnotica per l’ansia da prestazione

 

Gioco d’azzardo patologico, la terapia

Gioco d’azzardo patologico, come riconoscere i sintomi

Il gioco d’azzardo patologico (ludopatia) è un disturbo classificato come “dipendenza comportamentale” (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali).

gioco_azzardo_patologico_1a

Quali sono i sintomi tipici di un giocatore d’azzardo patologico?

Il giocatore è diagnosticato affetto dal gioco d’azzardo patologico (ludopatia) (DSM-IV, 1994) se presenta almeno cinque dei sintomi che seguono:

Narcisismo, Ludopatia e Borderline: cosa li accomuna?

Narcisismo, ludopatia, Borderline: cosa accomuna questi disturbi?

narcisismo

 

Fino alla prima metà del primo 900 i problemi apparivano legati soprattutto alla sfera nevrotica, derivavano da conflitti interiori nati da imposizioni e rigidità sociali che opprimevano l’agire delle persone.

Al giorno d’oggi invece si stanno diffondendo disturbi piuttosto legati alla mancanza di limite. Questa mancanza è caratteristica condivisa da problematiche sempre più attuali quali il narcisismo patologico, la ludopatia e il disturbo borderline.

 

Guardiamo insieme questo video dove il Dott. De Tomi ci spiega questi disturbi

 

Psicoterapia, il più efficace trattamento psicologico.

Psicoterapia,vediamo insieme come agisce sul cervello.

 

verona-psicoterapia-1La psicoterapia è senza dubbio un efficace trattamento psicologico, in grado di indurre da un lato cambiamenti significativi nella sfera psichica di soggetti affetti da un disturbo, dall’altro trasformazioni stabili negli atteggiamenti, nei comportamenti (coscienti e non) e nelle abitudini. Ma il suo lavoro non si limita solo a questo.

Nonostante in molti siano ancora convinti che in psicoterapia ci si limiti a fare quattro chiacchiere, o che essa sia indicata solo in caso di problemi che abbiano una base di natura psicologica, oggi sappiamo che le cose non stanno proprio in questo modo.

La psicoterapia, infatti, agisce sul cervello, modificando le reti neuronali alla pari di un agente chimico, inducendo lo stesso cambiamento di alcuni parametri biologici. È quanto emerge da numerosi studi, che hanno il merito di evidenziare i reali benefici della psicoterapia, oltrepassando fattori culturali e pregiudizi esistenti.

Queste teorie scavando a fondo nelle radici della disciplina, superano l’antico dualismo tra corpo e mente e scardinano la credenza diffusa secondo la quale il cervello si cura con i farmaci e la mente con le parole. Questa convinzione negli anni ha fatto sì che nell’immaginario comune si formasse la convinzione che le figure professionali dello psicologo e dello psicoterapeuta fossero facilmente intercambiabili, se non addirittura sostituibili con specialisti di altre materie, non adeguatamente preparati.

Un trattamento biologico a tutti gli effetti

Ogni comportamento umano è il risultato di un processo di apprendimento che coinvolge il sistema nervoso centrale: esso riceve le informazioni dall’ambiente, le confronta con quelle già acquisite e le conserva attraverso la memoria. L’apprendimento di nuove informazioni, quindi, lascia una traccia nel sistema nervoso: tutti i processi mentali di natura psichica o relazionale sono il risultato dell’attività dei neuroni cerebrali. Allo stesso modo, ogni esperienza o cambiamento dei processi psicologici e cognitivi va a modificare la struttura del cervello.

Pertanto la psicoterapia, stimolando la ricerca di punti di vista alternativi e di modi di pensare e di agire mai usati in precedenza, è un trattamento biologico a tutti gli effetti.

Depressione, quali sintomi presenta ?

 


Depressione:quali sintomi presenta?

depressione ipnosi

La depressione è considerata il disturbo psicologico più diffuso nei paesi occidentali ed è una patologia estremamente rilevante sul piano psicologico.

I sintomi sono: malumore o tristezza per la maggior parte del giorno, perdita di interessi, problemi del sonno (difficoltà ad addormentarsi o risvegli precoci al mattino), perdita di appetito, tendenza ad isolarsi.

Può colpire soggetti adulti ma anche adolescenti e possono esserci cause differenti: sociali e familiari (un lutto, una separazione, la perdita del lavoro, ecc…), biologiche (carenza di neuroproteine: serotonina e noradrenalina)

Depressione: come si cura?

I protocolli terapeutici più moderni, basati su studi scientifici, prevedono l’uso del farmaco combinato alla psicoterapia per risolvere queste problematiche.

Nel nostro studio per trattare questa problematica viene usato un modello che cerca, ove possibile, l’aiuto dei familiari del paziente, secondo l’approccio sistemico relazionale, a questo vengono aggiunte tecniche derivate dalla terapia cognitivo comportamentale.